La Polpa

Home / News / La Polpa

meraviglia della natura, gioie e dolori del paziente e dell’odontoiatra

All’inizio del secolo scorso, uno studioso di anatomia, il Dr W.Hess metteva in luce l’estrema complessità del “sistema dei canali radicolari”; iniettando al posto della polpa una sostanza che poi veniva indurita e rendendo successivamente trasparente il dente sciogliendone la componente minerale, evidenziò il motivo della difficoltà del trattamento della polpa dentaria.

Essa infatti, organo meraviglioso che da origine al dente, se per qualche ragione (carie traumi ecc) perde la vitalità andando in necrosi, diviene ricettacolo di batteri che trovano nelle ramificazioni anatomiche rifugio dalle difese dell’organismo.

Sono presenti infatti ramificazioni, istmi, delta apicali , uscite laterali, strettoie, curvature ed una estrema variabilità individuale che rendono difficoltoso il trattamento endodontico (cura canalare ).

Infatti  se si rende necessario asportare la polpa o i suoi residui, bisogna accertarsi di aver deterso tutto il sistema dei canali radicolari.

Guardando le “Tavole di Hess” anche un occhio poco esperto si può rendere conto della difficoltà della pulizia dei canali radicolari.

Come fare allora per una corretta detersione e sagomatura e quindi per ottenere una guarigione delle infezioni causate dalla polpa(granulomi, ascessi)?

Lo vedremo nelle prossime puntate…

Related Posts

Leave a Comment