MICROSCOPIO OPERATORIO

Il microscopio operatorio ti permette di vedere cose che ad occhio nudo o con leggero ingrandimento non riesci ad osservare.
Se puoi vedere più grande le tue mani possono eseguire movimenti finissimi e delicati.

Meglio usare un “occhio” di riguardo per i nostri denti non trovi?
Oggi, la tecnologia mette a disposizione svariati supporti  in grado di migliorare la qualità dei nostri trattamenti odontoiatrici.
Uno di questi è l’uso dei sistemi ingrandenti, siano essi dei BINOCOLI su caschetto o un vero e proprio MICROSCOPIO operatorio.

CEREC

Grazie a Cerec non vengono più rilevate le impronte utilizzando sgradevoli materiali, bensì con una piccola telecamera endorale che si serve dell’alta definizione per garantire una qualità migliore.

Un software 3D estremamente preciso e sofisticato, cura il progetto del restauro analizzando ogni piccolo particolare con la massima accuratezza e precisione.

Dopo l’analisi, il software comunica direttamente con un fresatore Cad Cam che, in breve tempo, da un blocco di ceramica integrale, preparerà l’elemento che sarà successivamente consegnato direttamente al paziente, il tutto in un’unica seduta.

CONE BEAM

Nei giorni nostri grazie alla Tomografia Computerizzata Cone Beam è possibile ridurre l’esposizione alle radiazioni di molto, garantendo un risultato a livello d’immagini di altissima qualità, con risoluzione tridimensionale.

 

L’esame ha una durata che varia tra i 30 e i 40 secondi in un’unica scansione in cui si possono ricavare tutte le radiografie utili a studiare l’anatomia delle ossa mascellari e visualizzare strutture nervose, vie aeree e seni paranasali del paziente, il tutto permettendogli di stare comodamente seduto o in piedi

CHIRURGIA GUIDATA

La chirurgia implantare computer guidata è una tecnologia in grado di offrire enormi benefici, in quanto l’elaborazione dei dati forniti dalla Tac, permette una precisa e dettagliata conoscenza dell’anatomia del paziente.

Grazie a un software viene pianificato l’intero trattamento, con la possibilità di trasferirlo anche al paziente permettendogli di avere il progetto completo e la possibilità di guardare le immagini, su modelli bidimensionali e tridimensionali, ad alta definizione. Lo specialista poi sarà in grado di posizionare gli impianti correttamente impiegando minor tempo e con risultati più efficaci.